Josè Mourinho: futuro in Siria

I telegiornali e le agenzie stampa mondiali parlano spesso della Siria, dilaniata dalla guerra che sta costringendo milioni di suoi abitanti ad emigrare in Europa.

Poco avvezza alle cronache calcistiche e mai presente ai mondiali di calcio, la Siria vuole conquistare la qualificazione a Russia 2018, nonostante il suo ranking sia basso (123° posto).

Dopo un ottimo primo girone di qualificazione (in Asia per potersi qualificare al Mondiale le nazionali devono affrontarsi attraverso due gironi eliminatori) concluso alle spalle del solo blasonato Giappone, la federazione siriana vuole impegnarsi affinché la propria squadra partecipi alla prossima competizione mondiale.

Per fare ciò, la Repubblica Siriana ha pensato ad un grande allenatore per guidare la squadra: Josè Mourinho.

 

La notizia è trapelata ad inizio aprile e visto il periodo sembrava un vero e proprio scherzo, ma il fatto che autorevoli fonti di informazione la abbiano riproposta e verificata la rende una notizia alquanto appetitosa, seppur sbalorditiva.

 

Il documento che attesta l'interessamento da parte dei siriani verso José Mourinho è allegato all'articolo e sembra chiarire la veridicità dell'interesse della Federazione siriana.

 

Sapere che José Mourinho è disoccupato spezza il cuore a tutti gli appassionati di calcio, ma l'offerta pervenuta dalla Siria sembra aprire uno scenario imprevedibile: il futuro di José Mourinho sarà in Siria?

 

Scrivi commento

Commenti: 0