Gli antichi mexica, maestri del "sogno"

“Chi non ricorda i propri sogni è un morto che cammina, perché non ha il controllo della propria vita da sveglio” era un diffuso detto tra le antiche popolazioni messicane.


Questa è una conoscenza tanto antica quanto preziosa che affonda le sue radici nella tradizione Tolteca , civiltà messicana vissuta tra il IX e l’XI sec. D.C., tradizione successivamente ripresa e tramandata dagli antichi Mexica o Aztechi.

 

E’ interessante scoprire come questi popoli hanno intuito, adoperato e perfezionato, nel corso di migliaia di anni, una delle più sofisticate tecniche del sogno, che non ha direttamente a che fare con l’interpretazione dei sogni, ma piuttosto con il diventare padroni dei propri sogni cioè con l’imparare a decidere cosa sognare e cosa non sognare.

Ma a che scopo?

I Toltechi, con l’aiuto di un semplice calcolo matematico, avevano compreso che nello stato di coscienza del sogno la nostra frequenza energetica risulta quattro volte superiore rispetto a quella dello stato di veglia: nella matematica cosmica, infatti, il Sole che governa lo stato di veglia è associato al numero 13 perché una rotazione completa dell’equatore solare dura approssimativamente 26 giorni terrestri, il che significa che esso mostra alla terra una delle proprie facce ogni 13 giorni, mentre allo stato del sogno è associato il numero 52 perchè le Pleiadi, che lo governano, osservate dalla terra tornano nella stessa posizione ogni 52 anni (in un giorno preciso del mese di Novembre).
Adesso, secondo i calcoli e la concezione degli antichi Mexica, il rapporto numerico tra 52 e 13 indica che lo stato di coscienza del sogno è quattro volte superiore rispetto a quello della veglia e questo significa che ciò che sogniamo incide quattro volte di più sulla nostra vita quotidiana rispetto a ciò che facciamo e pensiamo durante lo stato di veglia, in altre parole, ciò che sogniamo guida le nostre azioni e i nostri pensieri da svegli più di quanto possiamo immaginare anche se non ne siamo consapevoli; questo è il motivo principale per cui la saggezza degli antichi Mexica si è adoperata migliaia di anni col fine di mettere a punto e perfezionare un sofisticato sistema di tecniche e pratiche (esercizi di respirazione, visualizzazione, simboli e archetipi inconsci..) che aiuti chi lo voglia a diventare un “guerriero del sogno”, ovvero a governare e creare consapevolmente i propri sogni acquisendo e mantenendo lucidità durante gli stessi.
Uno dei vantaggi immediati che si possono ottenere dalla pratica di queste tecniche è, anzitutto attraverso il ricordo dei sogni, quello di accorgersi delle forze negative inconsce delle quali si è in balìa quotidianamente, per esempio si potrebbe comprendere la causa di una situazione che si sta vivendo e che arreca sofferenza o il motivo per cui non si riesce a sbloccare a proprio vantaggio una situazione difficile o ancora ciò che crea confusione e immobilità nel momento in cui bisogna prendere una decisione importante ecc.

 

Successivamente, dal momento che ci si accorge si può cominciare un lavoro di trasformazione e sostituzione di tutto ciò che non è ritenuto desiderabile e quindi per esempio creare abbondanza in luogo della povertà di idee, chiarezza nei momenti di confusione, buona sorte e coincidenze fortunate, guarigione.. , con intenzione consapevole proprio attraverso il sogno lucido.                                                                                                                                               
Le tecniche sono relativamente semplici, ma richiedono dedizione costante affinchè possano risultare efficaci e dare i loro frutti; il gioco potrebbe valere la candela visto l’enorme potenziale di trasformazione di sé stessi e della propria vita che se ne potrebbe ricavare.

 

Bibliografia: "il segreto Tolteco" di Sergio Magaña

 

Autore: Federica Ricciardi

Contatti: federicar@ilobyblog.com


Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Marco Donato (giovedì, 05 maggio 2016 19:15)

    Bello

  • #2

    Ferdinando (giovedì, 05 maggio 2016 19:54)

    Molto interessante!!