Le rivoluzioni per finta

Giorni di fuoco per il calcio nostrano. Tra le parole incendiate di chi solleva giuste preoccupazioni sull’entrata in gioco del Var e tra le fiammanti candele di Lotito che si fa cantar nella sua radio “Happy birthday Mr.President”, che forse anche la Monroe se fosse ancora in vita storpierebbe in “Mr.Resident” per lui che ha blindato la sua residenza a Formello ma a Roma non c'è! Però non perde occasione per dichiarare che lui non festeggia perché prima deve pensare alla squadra!

In effetti si ha la continua impressione di un imminente cambiamento, ma si viene puntualmente delusi.

Gli amanti della tecnologia e del calcio pulito infatti da una parte festeggiano l’adozione ventura della moviola in campo ma d’altro canto esprimono non poche perplessità sui limiti all’uso di questa. La preoccupazione infatti riguarderà non solo l’interpretazione delle immagini o l’esatto momento in cui fermare il gioco ma soprattutto l’imposizione dei limiti all’uso del Var nella punizione dal limite dell’area e nell’ammonizione, a priori.

Preoccupatissimi come sempre anche i tifosi della Lazio che dopo le dichiarazioni del presidente in occasione del suo 59esimo compleanno non hanno nessuna voglia di negoziare o continuare a credere nelle rivoluzionare mancate promesse.

Sembrerebbe che non ci sia nessuna intenzione di azzerare il progetto perché la dirigenza crede nell’organico allestito e vuol trovare atleti contenti di indossare la maglia… ardua impresa questa dal momento che… contento lui… scontenti tutti.

 

Blogger: Georgia Viero


Scrivi commento

Commenti: 0