I viaggi di Franco: sul monte Palanzone tra asini e polente

Qualche sabato fa essendo una bella giornata e non avendo impegni di lavoro intorno alle 09:00 del mattino ho deciso di andare a fare una sana camminata in provincia di Como.

Ho lasciato la macchina a Faggeto Lario località Palanzo, presso piazza IV novembre, doveste trovare parcheggio semplicemente.

A quel punto mi sono incamminato in direzione bocchette di Palanzo, all' inizio attraverserete il paesino e dopo seguendo il sentiero entrerete nel bosco, mi piace questo tragitto  soprattutto quando primavera ed autunno dove si ha la certezza che le stagioni fanno il loro ciclo e soprattutto nei mesi caldi il sentiero resta in ombra per la maggior parte del percorso. 

Giunti alle bocchette di palanzo avete due possibilità:

  • la prima è andare diretti al rifugio,
  • la seconda è di raggiungere la vetta. Il monte pallanzone è a 1436 metri e lo riconoscete perché ha una cappella a punta sulla vetta.

Verso le 11:40 dopo aver raggiunto la vetta, riposato e bevuto il giusto mi sono diretto al rifugio Riella dove ho pranzato.
Il Rifugio Riella è molto ospitale e ben attrezzato, si può pernottare ma vi consiglio di chiamare per assicurarsi che ci sia posto o che sia aperto.

Ho pranzato lì e non mi sono fatto mancare nulla: dalla polenta e brasato a bel vino e una grappa (sinceramente più di una) accompagnata da una torta alle mele. ho unito gusto e panorama e non ho sbagliato...


Durante la giornata ho incontrato il signor Carlo che mi ha spiegato la vera origine del lago di Como.

Non si tratta di ordine glaciale come molti pensano ma di ordine fluviale, se necessitate altre info andate al rifugio direttamente e chiedete al gestore di lui , tanto a quanto ho visto lo conoscono tutti , ho passato parte del pomeriggio con lui e dei suoi amici che mi hanno invitato al loro tavolo come vuole la tradizione alpina del posto.

Nel primo pomeriggio dopo il passaggio di un branco di asini ho rifornito la mia borraccia alla fontana del rifugio e mi sono incamminato verso casa, durante il rientro ho conosciuto due ragazze che stavano facendo un giro di qualche giorno e mi sono intrattenuto con loro in una conversazione fino a quando inostri sentieri si sono separati.


Ps: vi consiglio di mangiare al rifugio ma per scrupolo chiamare prima di arrivare.

Se necessitate info chiedete agli abitanti del posto vi sapranno indicare la strada.

Appena entrati a pallanzo c'è una fontana se vi serve acqua.

Il percorso per raggiungere vetta e rifugio non è difficile vi consiglio comunque un abbigliamento adeguato, adatto a tutte le stagioni: la mia preferita è quella invernale con molta neve!

 

Qui sotto potrete trovare alcune delle foto che ho scattato in occasione della mia gita sul monte Palanzone.

Autore: Franco Renzetti

Email: franco.renzetti@ilobyblog.com

 


Scrivi commento

Commenti: 0