Collettiamo?

Che belli i compleanni, ma è ancora più bello quando il regalo lo si fa tutti insieme, ognuno versa 20€ e in men che non si dica la festeggiata si ritrova con il cellulare che voleva, oppure con quel paio di scarpe che tanto le piacevano. Guarda tutti con occhi commossi e abbraccia gli amici uno ad uno. Già tutto stupendo, ma chi raccoglie i soldi?

Se siete voi la persona che si occupa di raccogliere il denaro sappiate che vi vedo come martiri che donano la propria vita per una giusta causa. Per questa figura così importante, (il recupera-soldi) lo scopo vitale, è raccogliere 200€ in due settimane chiedendole a 20 persone diverse.

Si inizia con le cose facili, si passa dalle amiche sempre disponibili, si beve un caffè con un altro partecipante alla colletta, si cena con l'amica antipatica, che vi obbliga a fermarvi per assillarvi con la sua nuova love story.

E poi, magicamente ci si ritrova a distanza di poche ore dal fatidico giorno. Come sempre mancano ancora 50€, è così che parte una corrida impetuosa, tu insegui gli amici "cattivi pagatori", loro fuggono, arriba arriba, li riesci a prendere, ma aspetta, si sono scordati il portafogli, e fuggono nuovamente!

Solitamente la fuga si ripete per altri due mesi. Alla fine esausto ti accasci all'ombra di un albero e ti rassegni al triste destino che è toccato alla tua banconota.
A quanti di voi è successo di smarrire qua e là quote di denaro versate da creditore per regali, viaggi, matrimoni, cene? Da oggi in poi la musica cambia! Leggete l'intervista per scoprire come è semplice raccogliere denaro, creare collette solidali, invitare gli amici a versare una somma, anche in modo anonimo e molto altro.

 

Dove e quando nasce l'idea di collettiamo? Qual è l'esigenza che vi ha portato alla creazione di questo sito?

Collettiamo é nata nel 2011 a Parigi dall’idea di tre cugini marsigliesi - Ghislain Foucque, Adrien Soucachet e Thibault Saint-Georges, che, avendo l’esigenza di organizzare eventi con i propri amici e parenti avevano sperimentato di persona la difficoltà di raccogliere il denaro necessario per le proprie iniziative.
Abbiamo deciso di esportare questo modello di business anche nel nostro paese perché siamo convinti che abbia tutte le potenzialità per accogliere una piattaforma innovativa come la nostra. Ognuno di noi si è ritrovato almeno una volta nella vita nell'imbarazzante situazione di dover riscuotere le quote anticipate ai partecipanti di una spesa condivisa e tutti noi abbiamo il problema di raccogliere somme di denaro in gruppo, che si tratti di un regalo di compleanno, una lista di matrimonio, oppure partecipare collettivamente alle spese di un viaggio tra più persone. Collettiamo offre agli utenti la possibilità di condividere le spese tra amici e familiari e accorciare le distanze anche se ci si trova in città o paesi differenti
Oggi, la piattaforma è un sito pratico, sicuro e divertente che ha attirato oltre 3 milioni di utenti e creato più di 250 mila collette.
Collettiamo permette di creare collette di denaro online, dedicate ad esempio a un regalo collettivo di compleanno, alla condivisione delle spese per un viaggio tra amici oppure per finanziare un progetto di gruppo. Le collette sono condivise tramite Facebook, WhatsApp oppure via e-mail agli utenti invitati a partecipare.
Il modello di business é basato su una piccola commissione del 2,9% che può essere aggiunta o dedotta  in base alla scelta dell’organizzatore. Questa commissione si posiziona attualmente come una delle più basse sul mercato delle collette online.
Il sistema di pagamento delle partecipazioni avviene tramite carta di credito ed é gestito dalla piattaforma S-money e tutte le transazioni sono garantite da 3D Secure. Questo metodo di sicurezza permette di verificare l’autenticità del titolare della carta di credito al momento del pagamento.

Ci sono molte persone che hanno idee interessanti ma che non riescono poi a sviluppare, quali sono gli ingredienti per una start-up di successo come la vostra?
Avere una buona idea è necessario, ma bisogna crederci fino in fondo anche quando i risultati tardano ad arrivare. Dietro ogni start up ci sono mesi e mesi di riflessione.
Ad esempio, prima di lanciarsi nel primo progetto di comunicazione occorre riflettere al target esatto, adattare il proprio messaggio per far si che sia il più chiaro possibile e arrivi all'utente giusto al momento giusto.

 

Internet ha sicuramente cambiato le nostre vite, rendendoci più "social" ma meno "sociali", con le collette solidali avete dato spazio a molte persone con bisogni differenti. Come avete affrontato questa scelta così importante?
La scelta delle collette solidali é nata quasi subito. Ci siamo infatti resi conto rapidamente che i nostri utenti desideravano una rubrica del sito dove le collette potevano essere pubbliche (visibili a tutti) e parteciparvi liberamente.
Oggi Collettiamo é stata scelta come piattaforma per diversi progetti solidali, che hanno come oggetto associazioni umanitarie, cause animali. Queste collette hanno avuto degli ottimi risultati grazie alla partecipazione attiva degli italiani. Eccone alcune dal sito di collettiamo.it.

 

Cosa vi aspettate dal futuro? Quali sono i vostri progetti e i vostri obiettivi?
Nei nostri progetti futuri continueremo a mettere il cliente in primo piano, offrendogli una piattaforma sempre più facile da utilizzare.
Nei piani di espansione internazionale di Collettiamo rientra anche la Spagna, già online con il sito Elbote.es, la Germania e l’Inghilterra.

 

Blogger: Alice Locatelli

Biografia: Chi siamo - Alice Locatelli


Scrivi commento

Commenti: 11
  • #1

    Retta Wierenga (mercoledì, 01 febbraio 2017 23:06)


    May I simply say what a comfort to uncover someone who really knows what they are talking about on the net. You definitely know how to bring an issue to light and make it important. More and more people need to look at this and understand this side of the story. It's surprising you are not more popular because you certainly have the gift.

  • #2

    Sherlyn Crandall (giovedì, 02 febbraio 2017 09:49)


    Greetings! I know this is kinda off topic however , I'd figured I'd ask. Would you be interested in exchanging links or maybe guest authoring a blog post or vice-versa? My blog covers a lot of the same topics as yours and I feel we could greatly benefit from each other. If you might be interested feel free to shoot me an email. I look forward to hearing from you! Great blog by the way!

  • #3

    Cheryl Hatchell (giovedì, 02 febbraio 2017 10:43)


    hi!,I really like your writing very a lot! proportion we communicate more about your article on AOL? I require a specialist in this space to resolve my problem. Maybe that is you! Looking forward to peer you.

  • #4

    Jose Lorence (sabato, 04 febbraio 2017 06:22)


    Appreciate the recommendation. Let me try it out.

  • #5

    Reynalda Billiot (sabato, 04 febbraio 2017 13:12)


    Magnificent beat ! I would like to apprentice whilst you amend your web site, how can i subscribe for a weblog web site? The account helped me a appropriate deal. I were tiny bit familiar of this your broadcast provided brilliant clear concept

  • #6

    Latoyia Didonato (sabato, 04 febbraio 2017 21:51)


    When someone writes an paragraph he/she retains the plan of a user in his/her mind that how a user can be aware of it. Therefore that's why this post is perfect. Thanks!

  • #7

    Brooke Sinha (lunedì, 06 febbraio 2017 01:07)


    Thank you for the auspicious writeup. It in fact was a amusement account it. Look advanced to far added agreeable from you! However, how can we communicate?

  • #8

    Kelle Kellems (lunedì, 06 febbraio 2017 04:44)


    I could not refrain from commenting. Perfectly written!

  • #9

    Lesli Cowgill (lunedì, 06 febbraio 2017 18:49)


    naturally like your website however you need to check the spelling on several of your posts. A number of them are rife with spelling issues and I find it very bothersome to inform the truth then again I'll surely come again again.

  • #10

    Kandra Holliman (giovedì, 09 febbraio 2017 12:47)


    It is appropriate time to make a few plans for the long run and it's time to be happy. I have read this post and if I may I desire to suggest you some fascinating issues or tips. Perhaps you can write next articles referring to this article. I desire to learn even more things about it!

  • #11

    Jerry Fike (venerdì, 10 febbraio 2017 03:56)


    Why users still use to read news papers when in this technological world the whole thing is available on web?