Daniela Cesta: Fabula Factus e poesia

Di me non si può dire che conduco una vita esageratamente ecclesiastica, eppure credo molto in Dio e credo che ciò che ci circonda sia un suo meraviglioso dono, penso per questo che sia fondamentale rispettare la natura, rispettare noi stessi e gli altri.

Daniela Cesta è una poetessa italiana, alle spalle ha tre romanzi, due dei quali condivisi solamente tra amici e parenti e uno pubblicato in America, riscuotendo molto successo, e recentemente pubblicato anche in Italia, la visione di questa donna per la poesia è molto profonda, perchè oltre a scrivere parole piene d'amore e di forza, non monetizza con la sua arte, ma anzi lascia le sue poesie libere nel web, in modo che tutti le possano leggere e trarne un messaggio di gioia.
Credo personalmente che quando si parla di fede, i guadagni debbano essere secondari, e che il punto focale su cui concentrarsi sia quello di portare un sorriso o una speranza alle persone, so che in Italia spesso la fede non è sinonimo di vita povera e caritatevole, anzi molte volte è l'opposto, ma ci sono molti modi per credere e ci sono molti modi per manifestare la propria gratitudine verso Dio e verso la vita.

Come e quando hai capito di avere il dono della scrittura?
Mi piace scrivere, per me è come recarmi in un'altra dimensione, da bambina scrivevo e scarabocchiavo su ogni muro di casa, fuori e dentro, sui banchi di scuola, sulle borse, sulle sedie, la mia mano era continuamente in movimento, scrivevo diari e diari, pensieri piccoli oppure disegnavo grandi cerchi, che oggi vedo come l'immenso universo, come qualcosa di misterioso.
Mi sgridarono severamente per questa mia mania, fuggii verso il bosco e scrissi sul sentiero polveroso.
Perchè verso il bosco? Sono legata alla natura in un rapporto profondo, silenzioso, invisibile e forte. Il bosco mi dona grande energia, coraggio, forza splendore, enzimi luccicanti che entrano dentro la mia pelle quando abbraccio una quercia, sono cresciuta ai piedi di un albero, tra verdeggianti montagne, l'ululato del lupo, sotto lo sguardo dell'aquila, del falco e la bellezza del firmamento notturno.  Sento il respiro della mia anima nel silenzio ovattato dell'inverno, di questo silenzio ho bisogno per sentirmi a mio agio.

 

Infatti un elemento fondamentale della tua scrittura è la natura, sei sempre stata così legata ad essa?
La natura è stato il mio primo libro d'amore incondizionato, dicevano gli indiani d'America, gli alberi sono persone sempre in piedi, ed io sono convinta che capiscano i nostri stati d'animo, le nostre disperazioni, abbracciateli se avete dispiaceri e vi sentirete meglio. Ci sentiremo meglio perchè dentro di loro, come dentro di noi, c'è lo spirito di Dio come in tutto il creato, siamo legati tra di noi.

Altro elemento rincorrente delle tue poesie è il rapporto con Dio, cosa significa per te la fede?
Ho avuto una zia suora francescana, che mi ha insegnato l'amore di San Francesco per il Creatore, tutto si è mescolato dentro di me....Dio, la natura, l'arte, la poesia. Non potrei vivere senza questi tre elementi.

 

Il tuo romanzo ha riscosso un grandissimo successo, dove hai trovato l'ispirazione per questo piccolo capolavoro?
Fabula Factus est è una storia d'amore realmente accaduta nell'antica Roma, la prima volta che la sentii ero una bimba la lessero mentre io incantata ascoltavo dal mio banco delle elementari da quel momento non la dimenticai più. Questa storia parla di una donna, per la precisione la sorella di un imperatore che si innamora di un barbaro visigoto.. Per scoprire il finale dovrete leggerlo! Amo le situazioni impossibili che destano emozioni folli e i colpi di scena.

Nel futuro pensi che scriverai altri romanzi, quali sono i progetti che vorresti  sviluppare?
Per il futuro mi piacerebbe pubblicare un libretto di mie poesie in italiano, sui siti dei poeti contemporanei americani hanno grande successo, negli Stati Uniti moltissime persone conoscono le mie poesie, grazie sopratutto ai social network.
Vorrei anche ripubblicare i miei primi due romanzi, sugli indiani nativi "Ultimi respiri di prateria", dove presi una menzione d'onore, e un romanzo sullo spaccato di vita settecentesca del mio paese, dove venni premiata con un riconoscimento speciale della giuria.
Pubblicai di questi due libri solo poche centinaia di copie, per amici e conoscenti.
Per quanto riguarda le poesie non mi piace l' idea di venderle, preferisco che si possano leggere gratuitamente sui social, è importante per me raggiungere tutti e perchè no, regalare un sorriso e un momento di pace a chi ne ha bisogno.

 

Ecco il sito web per acquistare il romanzo Fabula factus est.
Ecco alcune poesie in italiano.
Ed ecco infine le poesie in inglese.

 

Blogger: Alice Locatelli

Biografia: Chi siamo - Alice Locatelli


Scrivi commento

Commenti: 0